La famiglia Rough a Dublino – Diario di viaggio, day 1-

Ci svegliamo a Dublino, e quando ti svegli a Dublino (a Gennaio poi…) pensi di aprire le tende e vedere il cielo grigio e la pioggia. Non è sempre così per fortuna -anche se è la prima immagine che la nostra mente richiama-. Noi il primo giorno ci siamo svegliati e ad attenderci dietro la finestra c’era il sole. Incredibile vero?

PRIMA DI PARTIRE PER DUBLINO…

Sappiate che Dublino ha mezzi pubblici veloci ed efficienti quindi, quando scegliete l’hotel, non disdegnate quelli un po’ fuori mano. Noi per esempio abbiamo scelto una sistemazione discostata dal centro città, ma in quindici minuti di autobus eravamo nel cuore di Dublino. In questo modo potrete risparmiare un pochino.

Viaggiare con i bambini in Irlanda è semplice. Le presone son ben disposte e molto gentili verso le famiglie e i bambini, è facile trovare strutture dedicate a loro, spesso anche kids menu e i fasciatoi sono ovunque. Quando prendete i mezzi pubblici sappiate che si sale dalla porta anteriore, in modo che l’autista vi possa vedere e controllare che paghiate il biglietto. C’è in ogni mezzo uno spazio dedicato a passeggini e valigie ma se questi sono occupati sarà l’autista a pregarvi di aspettare il prossimo autobus.

Se vi capita non fate discussioni, non servono, se lo fanno loro lo potete fare pure voi. E poi siete in vacanza, che fretta avete?

DUBLINO

 

Il primo giorno è stato di ricognizione. Volevamo capire come orientarci quindi ci siamo diretti in centro città ed abbiamo girovagato un po’ per le vie, adornate da edifici storici e le bellissime, tradizionali case irlandesi. Siamo scesi in O’Connell Street enon potevamo non notare immediatamente il The Spire, una torre d’acciaio che raggiunge l’impressionante altezza di 120 metri, e che nei giorni nuvolosi sembra non finisca mai avvolto com’è dalle nuvole… 

Forse a voi non dirà molto, per i dublinesi invece ha un grande significato. Al suo posto infatti, fino al 1966 era collocata la statua dell’ammiraglio inglese Nelson Pillar, simbolo della dominazione e della supremazia inglese. Oggi, al suo posto, The Spire rappresenta l’indipendenze dell’Irlanda.

DUBLINO

DUBLINO

 

Il nostro cammino prosegue attraverso l’Oconnell Bridge snodandosi per vicoli e viuzze attorno alla St. Andrew’s Church, per poi proseguire verso Grafton Street, via pedonale ricca di negozi che finisce in una delle aree verdi più belle di Dublino: il St. Stephen Green. 

DUBLINO

DUBLINO

DUBLINO

Merita una bella bella passeggiata, se la giornata lo permette, perché moltissimi sono i monumenti e i memoriali disposti all’interno del parco che vi faranno ripercorre, attraverso l’arte, anche un pezzetto della travagliata storia di questo paese.

DUBLINO

Appena prima dell’ingresso del parco si trova l’omonimo centro commerciale, il St. Stephen Green Centre. 70.000 m² ma non sono i negozi che vi conquisteranno. Inaugurato nel 1988 è la sua struttura a lasciare letteralmente a bocca aperta…

DUBLINO

DUBLINO

 

La notte cala piuttosto presto e qui si comincia a cenare alle 18 ma non vi preoccupate troverete le cucine aperte almeno fino alle 22, quindi potete godervi ancora un po’ le luci notturne di questa vivissima città.

DUBLINO

3.436 views

 

 

 

 

 

  metti per prima un cuoricino all'articolo!
Ti è piaciuto? Condividi!

I commenti sono chiusi