Fuga per due (e tre quarti) per riordinare i pensieri

Ogni tanto fuggire serve, anzi, dovrebbe essere obbligatorio. Ecco una classica fuga per due (e tre quarti!). Quando la mente è troppo affollata, almeno la mia, si incasina e non riesce più a riordinare i pensieri. Così abbiamo caricato in…

Continua a leggere…

Ricordo il primo silenzio con te

silenzio

Ci sono molti tipi di silenzi. Alcuni di poco conto, passano e così come sono arrivati, se ne vanno. Altri lasciano un solco profondo nell’anima, come un escavatore la cui pala meccanica incide il disegno dei suoi denti nel mio cuore.…

Continua a leggere…

Ecco l’equivoco: hai vissuto solo mezza vita

Correva l’anno… Correva il momento… Correva il cuore annaspando Era la notte di Capodanno. La notte in cui l’equivoco non c’era. La ricordo nitida. Il cuore doveva essere felice, abbagliato dalle scintilline, che sono il massimo dei miei festeggiamenti. Ma quella notte…

Continua a leggere…

Il Piccolo Principe capitolo 4: l’importanza di guardare con il cuore

Il Piccolo Principe capitolo 4: l’importanza di ciò che non è evidente agli occhi In questo capitolo lo scrittore ci conduce per mano attraverso il mondo del nostro nuovo amico. Un capitolo ancora introduttivo ma indispensabile per dare al lettore…

Continua a leggere…

Il Piccolo Principe: l’importanza del nostro punto di vista

“Mi disegni una pecora?” Anticipando il messaggio centrale del libro, possiamo dire che ciò che è importante quasi mai è visibile con gli occhi; il vero significato deve essere ricercato all’interno delle cose. Il Piccolo Principe in questo capitolo ci…

Continua a leggere…