Mamme o donne? Il grande quesito

Mi era già successo in precedenza.

Mamme o donne? Giusto per farvi capire di che parlo, dovete sapere che io sono stata sposata e per la precisione all’epoca vivevo in una cittadina del centro Italia. È chiaro che quel matrimonio non fosse un vestito fatto per me. Ma tra le cose che più mi irritavano era che io avevo perso un po’ della mia identità. Ero spesso e volentieri, specie in quanto cittadina acquisita, “la moglie di…” o “la cognata di…” piuttosto che semplicemente Barbara.

La stessa esperienza mi si è riproposta, anche se in modo diverso, quando è nata Elena Maria. Strano a dirsi ma sono diventata mamma e:

per gli amici sono “MILF”,
per l’asilo sono “MAMMA PROCLAMATO”,
per mia suocera sono diventata “CIAO MAMMA”…

Potrei continuare all’infinito e mi pongo una domanda…

Mamme o donne?

mamme o donne

Perchè, spesso, in un avvenimento importante della vita, alle donne viene “richiesto” che smettano di essere donne per essere improvvisamente qualcos’altro.

Se la gente non sa vederci come donne senza per forza dover essere “classificate” come mogli, madri o quant’altro, come possiamo farlo noi?

Eppure se mi guardo allo specchio, anche dentro, sono io. Forse ho perso il controllo (forse eh!) per qualche settimana ma ora sono io; mi accorgo -però- che non vengo percepita nello stesso modo. Io invece vedo una ragazzina che spinge un passeggino, con dentro una mini-me con cui mi confronto ogni giorno. Io non mi sento più grande o più matura o più saggia solo perchè sono una mamma ora. Combino gli stessi casini, dimentico un sacco di cose, vado a fare aperitivi, ho amici, avvio progetti e la mia vita scorre piena di cambiamenti e nuove avventure come è sempre stato. Solo con un cambiamento in più. Non è poi così diverso da prima anzi. Soprattutto sicuramente non per questo smetterò di essere come sono.

Quindi: mamme o donne?

Io sicuramente prima donna. La mamma è una una nuova parte di me, ma pur sempre una parte.
1 cuoricino all'articolo
Ti è piaciuto? Condividi!

Un commento

  1. Pingback:Il foulard sì... ma non da mettere intorno al collo! - MAMMA ROUGH

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.