MammaRough: i come e i perche’ di una mamma che vive di notte

Nasce il blog MammaRough: oggi vi presento tutta la famiglia!MammaRough

Eccoci qui, ci siamo tutti: la nostra famiglia l’abbiamo tatuata sulla pelle.

In ordine, da sinistra, trovate: cane Severino, papà Michele, mamma Barbara e la piccola Elena Maria con il suo orsetto. Notturni per mestiere e per DNA, non ci alziamo mai prima di mezzogiorno e non andiamo mai a dormire prima delle cinque del mattino.

Nella nostra sconclusionata vita, qualche mese fa è arrivata Elena Maria, nostra gioia e disperazione, a seconda dei momenti.

MammaRough

Io, mamma Barbara, ho un ristorante di famiglia. Papà Michele ha due cocktail bar. Arriviamo a casa tardi e lavoriamo tutto il giorno ma troviamo sempre il modo di dedicarci alla nostra bimba; spesso portandola con noi. In un turbinio di aperitivi, commissioni e imprevisti dell’ultimo minuto, siamo in giro in media -inevitabilmente- dodici ore e più al giorno.

Una vita che funziona tutta al contrario e che, con il lieto evento, abbiamo dovuto riequilibrare e ricalibrare. Perché molti rinunciano, l’ho sentito dire milioni di volte “eh… ma con questo lavoro, sai…”

Invece noi no. Noi ci siamo guardati negli occhi e ci siamo detti ce la possiamo fare”.

Nasce così il blog MammaRough, scritto da una mamma un po’ ruvida che si arrangia saltellando tra mille impegni e che, alla ricerca di una nuova carriera, ha deciso di raccontarsi e di offrire spunti per districarsi in questa vita complicata.

8 cuoricini all'articolo
Ti è piaciuto? Condividi!

2 commenti

  1. Barbara ti capisco, mio marito ha un attività di famiglia, ci è cresciuto io all’inizio mi sono adattata bene m poi è stata un po’ dura. Ora ho a0erto un blog 0ed evadere un Po dalla realtà= problemi come te…complimenti per il blog..

  2. Barbara Vezzoli

    Ciao! Capisco bene… finchè sono piccoli piccoli è più semplice. Anche a noi aspettano grandi cambiamenti. I primi arriveranno Settembre prossimo, ora della fatidica iscrizione alla materna. Ma io mi sto già organizzando e non mi arrendo. Ce la faremo insieme, con il sorriso, come sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.