Tangeri e dintorni: vividi ricordi di un viaggio a colori #1

Il racconto delle emozioni ancora vivide di quest’estate, dei colori che ci hanno riempito gli occhi, dei sapori che hanno deliziato il nostro palato. Destinazione Tangeri, alla scoperta del Marocco.

Tangeri, città fervente e di antichi splendori…

Dall’aeroporto alla città il percorso è breve. Fuori ad attenderci decine di taxi, ne prendiamo uno e sfrecciamo verso la nostra meta. Destinazione prima, dove ci attende la nostra accogliente sistemazione, il cuore della Medina di Tangeri.

Il taxista chiama il proprietario del nostro hotel che ci attende alla porta della città più vicina al nostro riad. Con lui ci addentriamo nei vicoli della Medina di Tangeri, un paio di svolte e siamo a destinazione. Il fascino, tipicamente marocchino, con cui sono arredati l’intero hotel e la nostra stanza si fonde subito con i profumi delle spezie che proviengono da ogni dove. Qui ci sentiremo a casa, lo capiamo immediatamente. È trascorsa così la nostra vacanza, tra vicoli -in cui abbiamo pensato di esserci persi mille volte -ma non ci siamo persi mai- tazze di tè fumante, colori accesi e conversazioni in diverse lingue.

Tangeri #visittanger Tangeri #visittanger Tangeri #visittanger Tangeri #visittanger

Cosa non perdersi a Tangeri

Palazzo Dar el-Makhzen nel cuore della Casbah: se volete farvi un’idea di come vivesse un sultano a Tangeri questo è il posto giusto.

Questo è il palazzo del sultano costrutito da Moulay Ismail nel XVII secolo e ampliato dai sultani successivi. Gli appartamenti sono sistemati, in stile tradizionale marocchino, intorno al cortile centrale e ospitano magnifiche opere in legno intagliato e grandi mosaici tradizionali detti zellij.

Tangeri #visittanger

Tangeri #visittanger

Tangeri #visittanger

Tangeri #visittanger

Tangeri #visittanger

Museo dell’ambasciata americana

Vale davvero la pena di addentrarsi tra i vicoli alla ricerca di questa perla dell’architettura marocchina. È stata la prima proprietà pubblica della storia fuori dai confini degli Stati Uniti ed al suo interno la mostra celebra le relazioni diplomatiche tra gli Stati Uniti e i Re del Marocco. Oggi è un centro culturale, un museo ed un centro ricerche sulla cultura araba.

Tangeri #visittanger Tangeri #visittanger Tangeri #visittanger Tangeri #visittanger Tangeri #visittanger Tangeri #visittanger Tangeri #visittanger Tangeri #visittanger

Dove alloggiare a Tangeri

Noi abbiamo alloggiato presso il Dar Nakhla Naciria, un meraviglioso riad ristrutturato nel cuore della Medina della città.

Le stanze sono raccolte ma molto accoglienti, in vero stile tangerino. La struttura offre la colazione, economica, ottima e abbondante. Consumatela sulla terrazza comune, la vista è mozzafiato.

Tangeri #visittanger

La magnifica vista dal nostro hotel

 

Dove mangiare a Tangeri

Un consiglio spassionato: mangiate nei luoghi tipici.

Anche se l’occhio forse vi dirà che non sono il massimo, il palato ne rimarrà decisamente più soddisfatto (e il conto anche). Il cibo viene cucinato al momento e i prodotti locali sono ottimi. Riso, carne e pesce sono la base della cucina marocchina e sono ottimamente cucinati.

Tangeri #visittanger Tangeri #visittanger  

Non ci siamo fermati qui, ovviamente. In quei dieci, magici, giorni abbiamo esplorato anche Gibilterra, la meravigliosa città blu di Chechaouen e Assilah. Vi aspetto per la seconda parte del nostro viaggio! Stay tuned!

 

3 cuoricini all'articolo
Ti è piaciuto? Condividi!

Commenti chiusi