Quarantena: piccolo decalogo di sopravvivenza

Da qualche settimana a questa parte la nostra vita è completamente cambiata, e diciamolo pure, non in meglio. Questa quarantena, dovuta all’ormai conosciutissimo Coronavirus ci sta mettendo tutti a dura prova.

Tutti ci dobbiamo abituare ad una quotidianità nuova, a tratti estenuante, chiusi tra le nostre quattro mura insieme, vicini vicini, ognuno con le sue esigenze. Tutti, comprese noi, inizialmente ci siamo fatte prendere da un po’ di pigrizia, ma per vivere al meglio questi già difficili giorni anche le meno pianificatrici, come me, hanno dovuto fissare della regole.

Il rischio altrimenti è che la quarantena si prenda la nostra salute, in ogni senso. Perché non dare un ritmo alle proprie giornate finirà inevitabilmente con il farci sentire depresse e malate e, peggio ancora, trasmetterà questa sensazione ai nostri figli.

E’ al bando quindi ciondolarsi dal letto al divano e dal divano al letto in pigiama, dobbiamo adottare qualche piccola regola per stare bene.

Ecco il nostro decalogo per affrontare la quarantena da Coronavirus al meglio, senza farsi risucchiare nel vortice della depressione.
La sveglia!

Non suona proprio alla stessa ora di quando ci alzavamo per andare a scuola ma neanche molto dopo. Cerchiamo di non stravolgere totalmente l’esistenza della nostra famiglia e, se pur in quarantena, il mattino ha l’oro in bocca. Sfruttiamolo!

No al pigiama 

Lo so che è grande la tentazione di restare in pigiama tutto il giorno, e all’inizio vi potrà anche sembrare una grande comodità. Ma quel “lasciarsi andare” lentamente vi farà perdere il contatto con la realtà, facendovi sentire malaticce e poco in forma. Quindi, visto che la salute è bene conservarla, avere cura di se stessi è una cosa fondamentale. Non restate nel letto ad oltranza, alzatevi, lavatevi, vestitevi, proprio quando uscite per portare a scuola i vostri figli ogni mattina.

Riordinate (anche se non ne avete voglia)

In una casa ordinata si vive meglio. E visto che ora siamo chiusi in casa tutti insieme, ed ognuno ha bisogno direi propri spazi e delle sue esigenze, l’ordine diventa essenziale per poterli condividere. Potrebbe essere un’ottima occasione, inoltre, per fare un po’ di pulizia, eliminando le cose superflue. E magari per insegnare ai propri figli a riordinare.

Keep in contact!

Io sono a prima a non apprezzare particolarmente troppe chiamate, ma questo è un periodo eccezionale. Chiamate, videochiamate, massaggiate… sono permessi persino i tanto odiati audio di whatsapp.  Cerchiamo di far sì che questo lungo isolamento non diventi solitudine.

Leggi, lavora, studia

Ritaglia un tempo giornaliero ben definito da dedicare alla cultura. Studiare, leggere o lavorare non fa differenza. La cosa importante (e doverosa) è allenare la mente e magari anche trovare un po’ di tranquillità. Oppure tutti insieme potreste visitare uno dei musei che mettono a disposizione bellissimi tour virtuali, che trovate in questo post

quarantena

Un po’ di esercizio fisico

Lo so, lo so… per chi come me  può vincere il premio pigro dell’anno è tutto più complicato. Ma ve lo dico proprio perché l’ho vissuto sulla mia pelle… Dopo le prime due settimane di quarantena la schiena ha cominciato a chiedermi pietà, quindi ho ceduto. Ci sono moltissime cose che ci propone oggi il vastissimo web, trovate qualcosa che fa per voi e approfittatene. Io per esempio ho scaricato un’app di yoga e il mio mal di schiena è sparito nel giro di una settimana.

Non cedete al comfort food (o almeno non troppo)

Rifugiarsi in qualche coccola in più va bene, ma senza esagerare. Ancor di più in questo momento in cui i nostri movimenti sono molto limitati. Cercare di mangiare sano è un obiettivo da non scordare in quarantena, mai!

Uscite, anche solo sul balcone

So che sembra stupido scriverlo di questi tempi ma abbiamo bisogno tutti di stare all’aria aperta. Quindi anche se il tempo non favorisce cercare di uscire, anche solo sul balcone, è importante. Certo partono avvantaggiati quelli che hanno un cortile o un terrazzo ma fate quel che potete. E se il tempo lo permette sfruttate l’occasione per spostare qualche appuntamento all’esterno. Ci vuole poco… buttate una coperta per terra e fate colazione sul balcone per esempio!

Le deroghe alle regole

Sebbene per questioni di sopravvivenza tutti facciamo qualche strappo alle regole in più (ed è sacrosanto!) non esagerate. Sì ad ammorbidirle, no allo stravolgerle. Non è sano e nemmeno utile. Pensate solo che questa situazione è temporanea, quindi quando poi tutto sarà finito vi troverete a pagarne il conto.

Abbiate… pazienza

E’ una regola d’oro sempre con i bambini ma durante questa situazione straordinaria di quarantena di più. Ci saranno giorni che sembreranno eterni e non lo saranno solo per voi. Abbiate pazienza, mantenete i nervi saldi ed il sorriso, i vostri bambini reagiranno di conseguenza e sopravvivere sarà più facile!

Ti è piaciuto? Condividi!
1 cuoricino all'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.