Liguria sospesa nel tempo: dopo vent’anni sono di nuovo qui

Non pensavo, conoscendomi, che avrei rispolverato le vecchie tradizioni. Luglio, la Liguria, la spiaggia, l’ombrellone, la focaccia. E invece eccomi qui, vi scrivo da una sdraio in spiaggia, mentre Elena Maria è intenta a farsi nuove amicizie ed esplorare un mondo nuovo.

Erano passati ormai trent’anni dall’ultimo viaggio in Liguria. Ero ancora bambina. Io, figlia di genitori separati, che andava in vacanza con i nonni e poi di nuovo con gli altri nonni e poi con la mamma; in sostanza trotterellavo tutta l’estate per mari e monti. Sono anche passati vent’anni da quando il concetto di vacanza era “tre mesi senza nulla da fare”. Lo ricordo come fosse ieri: la macchina carica di valigie ed io che assonnata, in pigiama, salivo con il mio cuscino ed il mio peluches sotto braccio. Il dolce cullarmi del viaggio, dormire sui sedili, aprire gli occhi con le prime luci del giorno… e vedere il mare. 

Noi siamo partiti di giorno, ma il luccichio di felicità e stupore dell’incantevole vista di quell’enorme distesa d’acqua, l’ho rivisto negli occhi di Elena Maria e mi sono commossa. Ho ricordato la pienezza di quell’emozione: il mare, gli amici, il sole, la sabbia, le biglie, i bagni. La spensieratezza. 

Liguria, fedele amica ritrovata

Nulla è cambiato in questi paesini sospesi nel tempo: gli odori, gli umori, gli amori. Per lei per fortuna (mia) non ancora gli amori. Ma c’è tempo per prepararsi a questo. Luglio per me era il mese della Liguria, meta molto amata dai piemontesi, per la vicinanza. Luglio è il mese della Liguria anche per Elena Maria per lo stesso identico motivo. Io e papà ancora lavoriamo ed in poco più di un’ora di macchina siamo a destinazione. Così noi abbiamo macinato chilometri e perduto qualche altra ora di sonno in più per poter stare un po’ con lei. Ma ne è valsa la pena. 

Liguria dove? 

Albissola è stato il nostro nido in Liguria e la nostra casa per l’intero mese. Due piccoli budelli che, mano a mano che i giorni avanzano, si animano sempre più. Se ci passate ecco dove siamo passati anche noi…

 

In spiaggia

Noi ci siamo accasati bene ai bagni Plava Laguna. La spiaggia è dotata di area giochi per i bimbi ed è abbastanza raccolta così da averli sempre sott’occhio. Servono il pranzo e l’ottima cucina prevede sempre pesce fresco a prezzi più che abbordabili. 

liguria bagni plava laguna

Il pesce da Pescio Vivo

È decisamente un posto informale con un piccolo dehor che si affaccia su una piazzetta pedonale. Pescheria e nella vetrina di fianco il ristorante. L’abbinamento ci ha convinti subito. Pesce ottimo e ben cucinato.

 

Il museo delle ceramiche 

Piccolo ma meritevole, le ceramiche esposte sono opere d’arte bellissime. E non vi preoccupate sono chiuse nelle teche quindi va bene anche per i più piccoli, come Elena Maria, che certamente non ne sa apprezzare la fattura, ma ha apprezzato i meravigliosi dipinti su di esse.  

 

 

2 cuoricini all'articolo
Ti è piaciuto? Condividi!

I commenti sono chiusi