Gli effetti dell’inquinamento sui bambini – #fridaysforfuture

In occasione del Fridays for future, evento mondiale che vedrà scendere in piazza milioni di studenti, ma anche adulti e scienziati, si cercherà di smuovere le coscienze dei leader mondiale per sottoporre un problema REALE più che mai. E che più che mai sta diventando emergenza: i cambiamenti climatici dovuti all’inquinamento. 

A fondare ed ispirare questo movimento diventato globale è Greta Thunberg, 16enne svedese che non riesce a darsi pace. Non capisce perché di fronte a una questione così esistenziale, per le sorti del pianeta e della civiltà umana non si profonda ogni sforzo possibile.

effetti dell'inquinamento sui bambini

Nonostante le perplessità dei genitori Greta inizia a saltare la scuola ogni venerdì per andare a sedersi, da sola, di fronte al Parlamento svedese esibendo il suo cartello: “Skolstrejk för klimatet”. È l’inizio dei Fridays For Future. Oggi è stata proposta come Premio Nobel per la Pace.

Quelli che ammorbano la nostra generazione, comprendo, sono problemi complicati ed impalpabili di cui, spesso, è difficile capire le conseguenze. Ma i problemi dell’inquinamento si devono affrontare. Bisogna cambiare repentinamente rotta perché il nostro amato mondo è allo stremo delle forze e senza di lui noi siamo destinati alla fine. 

Ecco perché, per farvi meglio comprendere in che misura l’inquinamento atmosferico influisce sulla nostra vita, ma soprattutto, su quella dei nostri figli, scrivo qui e vi invito domani a manifestare.

QUI trovate luoghi e orari delle manifestazioni Fridays for Future nelle principali città italiane.

 

Uno studio condotto dal Columbia Center for Children’s Environmental Health (CCCEH) e pubblicato sulla prestigiosa rivista Environmental Research, approfondisce e rivela gli stretti (ed inquietanti) collegamenti che ci sono tra inquinamento e problemi cognitivi, comportamentali ed incidenza di asma nei bambini.

Gli esperti hanno preso in esame 205 ricerche condotte e pubblicate sul tema fra il 1° Gennaio 2000 ed il 30 Aprile 2018 concentrando le attenzioni proprio sul rapporto tra la concentrazione di esposizioni agli inquinanti atmosferici e gli esiti per la salute. Gli studi riguardano i sottoprodotti della combustione di carburanti, che sono inquinanti atmosferici tossici come il particolato (PM2,5), gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e il biossido di azoto (NO2).

Moltissime sono ormai le prove che testimoniano i danni dell’inquinamento atmosferico. Specialmente sulle salute dei più piccoli, che  el delicato momento della formazione e crescita degli organi ne subiscono le peggiori conseguenze.

 

fridays for future effetti dell'inquinamento sui bambini

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) inoltre, continua a lanciare un allarme inascoltato. L’organizzazione ha stimato infatti che oltre il 40% del peso delle malattie legate ai problemi dell’ambiente, e circa il 90% dell’onere del cambiamento climatico è a carico dei bambini sotto i cinque anni. Tra i problemi evidenziati più gravi ci sono esiti avversi alla nascita, compromissione dello sviluppo cognitivo e comportamentale, malattie respiratorie e cancro infantile. 
E si prevede che questi effetti nocivi peggioreranno gravemente in futuro pesando sempre di più sui bambini in età di sviluppo.
A meno che, ovviamente, non si corra ai ripari.
 
  metti per prima un cuoricino all'articolo!

Un commento

  1. It’s actually a cool and useful piece of info. I am satisfied that you
    shared this helpful information with us. Please stay us up to date like this.
    Thanks for sharing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.