Due passi (o qualcuno in piu’) a Londra

“Quando un uomo è stanco di Londra, è stanco della vita, perché a Londra si trova tutto ciò che la vita può offrire.”

SAMUEL JOHNSON

È con queste poche parole che veniva descritta Londra intorno alla metà del Settecento ed è indiscutibilmente così, ancora oggi. La “family” si è avventurata in questa grande città per cinque giorni per scoprire, appena messi i piedi a terra, che qui torneremo e torneremo e torneremo, probabilmente fino alla fine dei nostri giorni. Londra è immensa; e non parlo certamente delle dimensioni, comunque certo importanti. La sua immensità è in ogni via, ogni vicolo, ogni dettaglio di ricchezza o povertà. È nella metropolitana, nella gente, ordinaria o eccentrica che sia, sempre incredibilmente poliforme. Si può proprio dire che Londra ci ha accolti e abbracciati all’arrivo; attraverso un paesaggio di prati verdi e case isolate che di lì a poco sarebbe stato stravolto.

Per alloggiare abbiamo scelto Camden Town. La mia curiosità -semplicemente incontenibile- è stata ripagata. Può sembrare un clichè ma ci sono cose di questa città che non si possono perdere, e in cima alla lista ci sono proprio quelle cose che, da qualunque altra parte, verrebbero definite turistiche o banali; ma qui di banale non c’è nulla! Il canale che taglia in due Camden le conferisce un’atmosfera particolare; i locali che vi si affacciano sono luoghi di sana tranquillità, ma basta girarsi di 180 gradi ed entrare in un vicolo, per ritrovarsi nelle viscere del Camden Market, in un tumultuoso snodarsi di vicoli affollati di banchi, su cui potrete trovare veramente ogni cosa.

Poco tempo, molto da vedere

Cinque giorni sono pochissimi per una città come Londra, questo già lo sapevamo prima di partire. La verità è che quando arrivi ti rendi immediatamente conto che non basterebbe una vita. Per poter avere una visione d’insieme l’unica soluzione è il classico bus, Hop on Hop off o qualsiasi altra compagnia voi vogliate ma fatelo. Vi farà capire quanto poco avete visto e vi svelerà qualche curiosità; oltre a darvi la possibilità di fare magnifiche foto. Fatto questo, abbiamo scelto una zona, in questo caso Soho, e l’abbiamo sviscerata. L’unico piccolo mercato rionale di Berwick Street in cui gustare un ottimo burrito e comprare prodotti locali, ci ristora dopo un intenso percorso, che ci conduce dalle vie più famose e imperdibili -come Carnaby street- a tutte le vie minori ma non meno affascinanti.

londra carnaby street

Due passi e siete a Chinatownn

Poche vie che vi condurranno in un altro mondo. Scopritelo perchè per qualche attimo potrete anche credere che il teletrasporto esista. E via, per rituffarsi nelle vie di Soho e ritrovarsi circondata dai numerosissimi teatri di Londra. La proposta degli spettacoli è molto varia e il musical giusto per voi vi sta aspettando.

Ci sarebbe ancora moltissimo da dire su Londra, di quei 106.00 passi (circa 70 km) che abbiamo percorso in quei cinque giorni, ma lasciamo spazio alle immagini…

Qui un piccolo estratto, per l’album completo cliccate qui https://goo.gl/wGLESJ 

Ti è piaciuto? Condividi!
3 cuoricini all'articolo

Un commento

  1. Pingback:Primark kids shopping! Tutte le gioie del low cost - MAMMA ROUGH

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.